Bettabi - Web Design e Web Marketing Torino
Web Design, Siti Internet, Siti e-commerce, Web Marketing, SEO

8° Convegno GT
Presente futuro del search marketing

17 Dicembre 2013

8° Convegno GT

Durante questo 2013 ho cominciato ad interessarmi, oltre che di e-commerce, anche di SEO e gli eventi organizzati dal GT Master Club sono stati un utile orientamento e approfondimento.
Infatti ne ho seguiti tre: Advanced SEO Tool, GT Conference e Convegno GT (quello di cui sto parlando).
Rispetto al primo seguito (Advanced SEO Tool), durante il quale, novizia, ho scoperto con un certo disorientamento che stavo per scoperchiare un vaso di Pandora, mi pare di avere fatto progressi. Infatti, alla fine di questa ultima GT Conference, non ho più sentito il desiderio di darmi all'artigianato del legno. Buon segno, no?

Molto interessante, relativamente a tutti gli interventi, la possibilità di sentirsi raccontare in concreto il modo di lavorare di professionisti specializzati in ciascun settore dell'universo SEO - settori che nella quotidianità spesso sfioro soltanto. Insomma: è utile capire come vanno fatte le cose, quando si fanno per bene. 

Forse perché si parlava alla fine di search marketing, forse per il boom che l'e-commerce ha conosciuto in questo anno, la mia impressione è stata che la maggior parte dei discorsi legati a SEO, search e analisi fossero spesso legati ad un discorso di vendita. Il web di cui ci stiamo sempre più occupando (e che ci dà la pagnotta) è alla fine un canale per vendere e comprare beni e servizi. Moriremo markettari?

Questa GT Conference vantava un numero di donne straordinario per questo tipo di eventi: ben 100 (su quasi 500 partecipanti totali). Che non è un rapporto da capogiro, comunque. Purtroppo, lo stesso rapporto non c'era tra i relatori: pochissime le donne relatrici e l'unica che ho avuto il piacere di ascoltare (durante l'incontro su digital PR e SEO di BizUp) è stata trattata un po' come una stagista, sempre interrotta dai corelatori, come se quello che diceva non fosse abbastanza approfondito o spiegato bene. Tristezza :-(
Non ne faccio certo una colpa agli organizzatori del convegno, forse è colpa di noi ragzzette, che non sempre emerge in questo settore, almeno per ora...


Il convegno


Gli interventi erano molto numerosi e io ho concentrato la mia attenzione soprattutto su quelli dedicati a seo e web analytics.

Paolo Zanzottera ha aggiornato la platea riunita sullo stato della search in Italia: traffico dalla search in calo rispetto alla cavalcata del 2012, aumento delle keyword ad un vocabolo (mobile), Facebook e Twitter ancora in crescita mentre Pinterest si ferma. Ma soprattutto: Explorer in netto calo, con il 36% di traffico, rispetto a Chrome e Safari!

Marco Cillia e Tommaso Galli ci hanno istruito su come affrontare la web analytics e impostare correttamente Google Analytics. Hanno affrontato il problema del tracciamento dei siti con sottodomini e del cross domine tracking, ovvero delle conversioni interne, in cui non è identificata la sorgente di traffico. Ho scoperto l'esistenza di uno strumento che promette meraviglie: Google Tag Manager, ovvero un collettore di codici di tracciamento, che possono essere messi qui invece che direttamente nel codice del sito, rendendone la gestione molto più agile. Ma fa anche tante altre cose: ad esempio, permette di creare delle regole.

Giorgio Taverniti, Marco Quadrella e Andrea Pernici ci hanno parlato degli strumenti per individuare la concorrenza: Semrush, che serve per individuare i concorrenti sulla base di parole chiave, Vidiq per YouTube, All My Plus per Google +, Twtrland per Twitter, Fanpage Karma per Facebook, Majestic Seo e Moz per l'analisi dei backlinks.

Enrico Altavilla ci ha spiegato come funziona l'indicizzazione di Google: Crawling, parsing, indexing e search. Grazie a lui ora so che Google può infischiarsene del disallow se la pagina che lo contiene ha un +1 e che no index ha cambiato significato: ora significa "non mostrare nelle serp, ma indicizza pure". Quindi se vogliamo che una pagina proprio non venga indicizzata… Ci dobbiamo inventare soluzioni alternative.

Durante il secondo giorno, Paolo Dello Vicario ha parlato di link building, sempre più legata al rapporto umano (link earning) e sempre meno automatizzabile. Ci ha anche regalato un paio di trucchetti…

Filippo Trocca ci ha iniziato ai misteri di Google Universal Analytics: incentrato sulla possibilità di tracciare utenti multipiattaforma, grazie al measurement protocol sarà possibile tracciare qualunque device. Cioè intendo: proprio qualunque. Anche un macinino da caffè. Ora, poiché la maggior parte delle funzionalità richiede il login dell'utente sul sito, spazio alla fantasia per convincere ogni utente a loggarsi sul nostro sito!

Il team di Bizup ci ha infine parlato di digitar PR e SEO: per evitare i rischi di penalizzazione, meglio affidarsi a pubbliche relazioni on line e link building editoriale, di qualità.

E alla fine, dopo due giornate intense e impegnative, cioccolata e birra per tutti!


Ti potrebbe interessare anche:

  • GT Conference
  • Advanced SEO Tool 2013
  • blog comments powered by Disqus