Bettabi - Web Design e Web Marketing Torino
Web Design, Siti Internet, Siti e-commerce, Web Marketing, SEO

Il Search Marketing in Italia: verso il 2015
Appunti dal Convegno GT

13 Gennaio 2015

“Fare seo non è difficile, è fare consulenza che è difficile”

Questa frase è stata citata da Marco Quadrella durante il 9° Convegno GT Nazionale sul Search Marketing. Secondo me la citazione riassume benissimo lo stato di SEO, Web Marketing, Search Marketing, Social Media Marketing (e chi più ne ha…) in Italia nel 2014. E probabilmente anche nel 2015. Nonché il mio personale percorso professionale, da quando ho cominciato ad occuparmi (anche) di SEO.

Le tecniche SEO per le quali tanto ci arrovelliamo e delle quali tanto ci appassioniamo - e che tanto spazio hanno avuto all’interno del Convegno GT - sono importantissime e fondamentali per svolgere bene il lavoro di SEO. Però non sono tutto: il difficile non è imparare ad utilizzare gli strumenti e le tecniche, è appunto trovare una sintesi efficace e convincente per raggiungere un obiettivo - e tradurla in piano d’azione.

Allora, qual è la ricetta per trasformarsi da SEO a Consulente? Sicuramente passa dalla fiducia nelle proprie capacità, dall’abilità di gestire complessità, di trovare nuove soluzioni mantenendo il più possibile una mente aperta e predisposta al cambiamento.
Serve sapere tutto su come viene costruita una SERP o sulle tecniche di link building? Sicuramente aiuta. Come aiuta anche mantenersi aggiornati sulle ultime tendenze. 

Search Marketing in Italia 2015: Mobile e Social

Google domina il panorama della Search, incontrastato (ok, questa non è una grande novità). 
Prevalgono le keyword con la "coda corta": più di 2/3 delle SERP sono infatti occupate da keyword formate da 1-2 vocaboli. Qui si vede l'influenza della ricerca da mobile, in crescita.

Keyword Short Tail

La ricerca da mobile influisce anche sul fatto che molte ricerche si fermano alla pagina dei risultati di Google, che di fatto trattiene il traffico senza dirottarlo sui siti. 
Si tratta insomma di trovare nuovi modi per convincere l’utente a fare click e non accontentarsi delle risposte che Goolge gli fornisce in SERP… Ce la faranno i nostri eroi?!

Ciò che colpisce di più è la crescita esponenziale dei Social Network (Facebook su tutti) nel 2014: negli ultimi mesi dello scorso anno il traffico dai social ha addirittura superato il traffico dalla search
Quindi volenti o nolenti: amate Facebook, o almeno fatevelo piacere e usatelo.

Evoluzione della Search

Anche la guest star John Mueller, Webmaster Trends Analyst, sottolinea l’importanza del mobile (e se lo dice lui…) che Google dal 2014 premia aggiungendo il tag “Mobile-friendly” accanto ai siti che sono ottimizzati per i dispositivi mobili. 
Sottolinea anche l’importanza della sicurezza: https come fattore di ranking. 

Ci tranquillizza su velocità di caricamento della pagina come fattore di ranking e contenuti duplicati: la velocità di caricamento è un fattore di ranking solo se il sito è davvero molto, molto lento (e ti credo, dico io). 
Per quanto riguarda i contenuti duplicati: calma gente, Google capisce quando la duplicazione avviene per motivi tecnici (ad esempio per esigenze del CMS).
Parola di Google.


Immagini tratte dalla presentazione di Paolo Zanzottera - Dati ShinyStat.